Che cosa è - vivere con la sindrome di Alice nel paese delle meraviglie

Che cosa è - vivere con la sindrome di Alice nel paese delle meraviglie

Rick Hemsley, programmatore 36:

"Quando è successo la prima volta, ero uno studente di 21 anni. Alla vigilia di un lungo periodo di tempo non ho dormito, ho bevuto un sacco di caffè e la scrittura corsi, ma sentivo bene. E poi mi alzai, chinai il telecomando, ei miei piedi sembrava di essere andato nel pavimento. Guardando in basso, ho visto che il mio piede affondato nel tappeto - una sensazione spiacevole, ma è durato solo pochi secondi. Ben presto mi sono trovato in più gravi violazioni dello spazio. Pavimento sotto di me o camminava per le onde, o ceduto, e quando ho cercato di andare, mi è sembrato che io zoppico sulle labbra. Se sto sdraiato sul letto, fissando le sue mani, le dita tese mezzo miglio avanti. Queste strane esperienze cominciarono ad accadere più spesso, ma non ho prestato attenzione a loro, credendo che questo è dovuto allo stress, poco sonno o il cibo.

Mi sono laureato da scuola e ottenuto un lavoro dall'amministratore di sistema, ma invece di scomparire, i miei sintomi peggiorata. Ora tutto era distorta, e il tempo. Mentre camminavo lungo la strada, in piedi ai margini della macchina sembrava un giocattolo, e io stesso sembrava sproporzionatamente alto. Al lavoro, la mia sedia sembra grande, e io stesso in esso come se spremuto.

"Fisheye" - la lente attraverso cui ora sto guardando il mondo - complica notevolmente la vita di tutti i giorni. Non essendo in grado di stimare con precisione la distanza, mi sono trasferito goffamente o troppo prudenti. Presto in strada ha cominciato a chiedere un sacco di fatica; Non sapevo qualsiasi superficie che va, quindi ha avuto un tempo di percorrenza difficile. Se non ci ho pensato dei loro sentimenti, tutto è andato bene, ma non appena ricordato, poi ha cominciato a cadere. Per attraversare la strada era pericoloso, non avevo idea delle dimensioni della macchina che si avvicina e quanto lontano ero. E 'stato allora che ho fermamente pensato: cosa c'è di sbagliato in me? Il medico curante mi ha assicurato che dal punto di vista della psiche con me tutto bene, e il tutto in un emicrania. Ma antidolorifici fallirono, e la scansione magnetica non hanno mostrato nulla. Dal momento che il lavoro che non ero in grado di, poi è tornato ai suoi genitori. E loro, ho preso per sbaglio la fine dello show televisivo, in cui una donna si lamentava di sintomi come la mia. Da quando ho imparato a conoscere la sindrome di Alice nel paese delle meraviglie. Ho cominciato a sperare in una cura, ma né il mio terapeuta o un neurologo non riuscivo a trovare la descrizione della malattia. Hanno detto che devo imparare a convivere con essa.

Per un po 'non sono andato in strada, che vivono sul risparmio, ancora una volta ho iniziato a lavorare in un paio di anni - dalla casa. Questo ha dato un certo reddito, ma la maggior parte degli ultimi dieci anni, non poteva vivere nel modo che volevo. Mi piace andare da qualche parte, uscire con gli amici e rilassarsi, ma al di fuori della casa, mi sentivo più dolore che piacere. Avevo paura che la vista di tutte chiuse a metà frase, sopraffatto dai cambiamenti che hanno avuto luogo nel mondo circostante.

Sono 36 ora, e per fortuna ora provo distorsione spaziale solo una volta al mese. Non ho guidato una macchina, ma ho un lavoro e una ragazza, con la quale abbiamo comprato la casa. Le ragioni per la sua condizione, non ho capito, ma ora mi possono condurre una vita relativamente normale - così sono riuscito a prenderlo. Indubbiamente, questa sindrome è associata con infinite difficoltà, ma qualcosa in lui mi piace anche a volte, soprattutto dopo che mi sveglio, ho una speciale visione binoculare. Sdraiato sul letto, guardo fuori dalla finestra i corvi, un centinaio di metri di distanza da me, girando sopra gli alberi, ma i dettagli vedo ogni uccello e ogni cima all'albero, come se fossero a condizioni di mercato. Sembra che questo effetto collaterale scompare a poco a poco, e io ero già quasi non è sufficiente. "