9 film seguenti Festival di Berlino

Dei tre film di Classe A festival che esistono oggi - a Berlino, Venezia e Cannes - si Berlinale è considerato il più politicizzato, mentre Venezia è il titolo non ufficiale del più artistica e Cannes - il più glamour.

Non a caso, le maggiori possibilità di successo nella capitale tedesca sono la pittura in ogni caso sui problemi del rapporto tra l'uomo e la società, l'uomo e le autorità, i diritti e le imprese.

Prima di voi 9 film che, critici e giornalisti stimati (alla Berlinale, hanno la possibilità di assegnare un proprio premio - FIPRESCI) fingere di festival cinematografici premio principale - "Orso d'oro": sarà presentata 17 febbraio, l'ultimo giorno del festival.

"effetto collaterale"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Steven Soderbergh

Produzione: Stati Uniti

Protagonisti: Jude Law, Catherine Zeta-Jones, Rooney Mara

La trama del thriller, che è stato rilasciato in tutto il mondo rotolato 8 febbraio - un giorno dopo l'apertura della Berlinale, a prima vista, è abbastanza semplice. La donna, per i quali l'arresto e la condanna di suo marito è diventato un forte colpo psicologico a seguito della depressione schiacciamento è una clinica psichiatrica. A prima vista, cade nelle mani di eccellenti medici - che sono solo farmaci sperimentali, che sono farciti con il paziente, fornendo il suo effetto lato dispari. Invece di riprendersi, la donna comincia a perdere la sua identità sotto la pressione di qualcosa proveniente dalle profondità del suo subconscio ...

"terra promessa"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Gus Van Sant Produzione: Stati Uniti

Protagonisti: Matt Damon, John Krasinski, Frances McDormand

In primo luogo la collaborazione Van Sant e Damon - l'immagine "Good Will Hunting" - 12 anni fa, raccolti un buon raccolto di premi ed è stato visto tutti i critici cinematografici, ma anche, e il pubblico. Il nuovo film in un certo senso, continua il tema sollevato nella "caccia". Agente di una grande società, interpretato da Matt Damon, arriva in una città di provincia, con l'unico scopo - per ottenere dai suoi cittadini per i permessi di esplorazione e perforazione. Per hireyuschego villaggio è l'unica possibilità di sopravvivenza, ma un insegnante di scuola e capo del sindacato locale sa fin troppo bene quali sono le conseguenze ambientali saranno una "ultima possibilità". In più, ha un agente di lunga data e non troppo piacevole storia d'amore, che alla fine cambierà i piani e le intenzioni di entrambi.

"Paradise: Speranza"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Ulrich Seidl

Produzione: Austria, Francia, Germania

Protagonisti: Melanie Lenz, Verena Leebauer Joseph Lorenz, Viviane Bartsch

La terza e ultima parte della trilogia Seidl, i primi due del film è "Paradise: Love" e "Paradise: Faith" non lascia indifferenti, sembra che nessuna persona che li guardò. film scioccante, esplorando il più difficile manifestazione dell'amore umano, questa volta sul tema dell'amore adolescenziale. Ma non nella stessa età: 13 anni, eroina del film, che la famiglia non le diede un indizio di amore, si innamora di un direttore del campo adolescente - un uomo più vecchio di lei quarant'anni.

"sipario chiuso"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Jafar Panahi, cambusa Partovi

Produzione: L'Iran

Protagonisti: Miriam Mokvadam, Jafar Panahi

regista iraniano Jafar Panahi non sarà in grado di immaginare se stesso nella sua band di Berlino: su cineasta convinzione che hanno partecipato alla manifestazione di protesta contro i risultati delle elezioni in Iran nel 2009, è vietato di lasciare il paese. Tuttavia, per fare un film è anche vietato, e come Panahi non poteva semplicemente inserire l'immagine, ma anche di svolgere un ruolo importante in esso - una delle intrigo principale del festival. In contrasto con l'intrigo del film, che si concentra sul lungo e difficile riavvicinamento tra le due persone coinvolti in isolamento dalla società e da se stessi. Egli è proprietario del cane, che è vietato dalla legge islamica, ed è - un partecipante del partito sotterraneo sulla spiaggia, e accidentalmente ha incontrato in una casa abbandonata per sfuggire alla persecuzione dei seguaci di moralità.

"vita lunga e felice"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Boris Khlebnikov

Produzione: Russia

Protagonisti: Alexander Yatsenko, Anna Kotova, Vladimir Korobeynikov Sergei Nasedkin

Cameraman Pavel Kostomarov aveva già ricevuto a Berlino "Orso d'argento" per il film "Come ho passato questa estate." Questo fatto contribuirà il suo nuovo lavoro, diretto da Boris Khlebnikov, o ferito - il tempo lo dirà. Ma la trama del film - il più che nessuno dei due è "Berlin": è difficile immaginare qualcosa di più sociale che la storia della ex uomo d'affari-gir-Carelia contadino metropolitana entra in lotta con una grande azienda per la loro terra, perdendo in questo opposizione a un alleato dopo l'altro.

"Prince Avalanche"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: David Gordon Green

Produzione: Stati Uniti

Protagonisti: Paul Rudd, Emile Hirsch, Lance LeGolt

Forse se David Gordon Green ha portato a Berlino non è "Prince Avalanche" e il film "Joe" con Nicolas Cage nel ruolo del protagonista, le sue possibilità di vittoria sarebbe ancora più alto - una socialità Frank non è ancora uscito nelle sale il film molto più. Ma il "Principe Avalanche" Berlino può impressionare la giuria. Strana storia di due giovani che si sono impegnate in questo da solo dipingono i vecchi segnali stradali su una strada di campagna, circondato da foreste bruciate, può essere interpretato come qualsiasi cosa - compreso come metafora globale di solitudine nel mondo moderno.

"Lezioni armonia"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Emir Baigazin

Produzione: Kazakistan, Germania

Protagonisti: Timur Aidarbekov

"Lezioni di armonia" - il primo lungometraggio del regista kazako Emir Baigazin. Ma Berlinale favorisce i nuovi arrivati: secondo molti kinoekspertov, il film kazako la possibilità di vincere ancora di più i nastri venerabili direttori, perché non può essere paragonato con se stesso, ma più fortunato e di successo. Questo confronto è dedicato e foto che Baigazin portato al festival. 13-year-old Aslan, che è sopravvissuto l'umiliazione compagni di classe gli occhi saranno costretti non solo a capire che non dobbiamo confrontare una persona con un'altra, ma anche per trovare un modo per vivere in un mondo in cui un tale confronto - la norma e la deviazione dal solito - un motivo di persecuzione.

"Camille Claudel 1915"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Bruno Dumont

Produzione: Francia

Protagonisti: Juliette Binoche, Jean-Luc Vincent

Francese Bruno Dumont, a differenza di molti suoi colleghi, raramente piace al pubblico e di critica di nuovi film - ogni due o tre anni. Ma ognuno di loro diventa un evento, soprattutto per gli appassionati di profonda, pellicola riflettente. Inizia così un nuovo film e Dumont dedicato dura lotta con la follia, che è lo scultore francese Camille Claudel - ex amante di Rodin brillante, sicuro che tutti i suoi fallimenti sono causati da macchinazioni di un ex partner e invidioso. È vero, il nuovo film ha un solido concorrente Dumont - dedicato allo stesso film eroina con Isabelle Arzhanov e Gerard Depardieu, girato 25 anni fa.

"Sulla mia strada"

9 film seguenti Festival di Berlino

Regia: Emmanuel Berko

Produzione: Francia

Protagonisti: Catherine Deneuve

Lo script di questo quadro, come si suol dire, è stato scritto da Emmanuelle Berco, che di per sé stessa e diretto il film, sulla base di una sola attrice - la leggendaria Catherine Deneuve. In un certo senso, si deve giocare per sé - una donna di mezza età, sta vivendo una grave crisi in un mondo popolato da puntando per il successo ad ogni costo i giovani. Come avere successo nel eroina far fronte a questa difficile sfida e come credibile giocherà leggende del cinema francese, sarà chiaro nei prossimi giorni.