L'eredità della cultura dei samurai

Recentemente ho visitato il museo di Odessa d'Arte Occidentale e Orientale, la mostra "Samurai. Arte della guerra", che sono stati presentati a: armature samurai e le armi, kimono da cerimonia, e oggetti quotidiani, incisioni, dipinti e pergamene.

Lo scopo del progetto - la familiarità con il patrimonio culturale dei samurai - la classe militare privilegiata, che è stato al potere per quasi settecento anni di storia giapponese, dalla fine del 12 ° secolo fino alla metà del 19 ° secolo.

L'eredità della cultura dei samurai

La mostra presenta oltre duecento reperti relativi principalmente al periodo Muromachi (1333-1573) e Edo: armi, armature, opere d'arti e mestieri, pittura e calligrafia, stampe, oggetti per la casa. Essi sono la prova evidente di valori spirituali e materiali dei samurai, i loro ideali e le preferenze, i gusti estetici, le attività quotidiane, il rapporto con le tradizioni e ingegno creativo - che è, tutto ciò che era un riflesso di un particolare modo di vita dei samurai, detta "via del guerriero".

La parola "samurai" deriva dal verbo "saburau" - "servire una persona di rango superiore." Samurai non erano solo i cavalieri, ma le sue guardie del corpo Overlord - daimyo, e allo stesso tempo servi nella loro vita quotidiana. Secondo l'opinione più diffusa, samurai nato a est, nord-est e sud del Giappone, dove le tribù Ainu ferocemente difeso la loro terra dalle truppe imperiali.

La base dei samurai fatto contadini fuggitive volontari e cacciatori. Anche in altri settori, in cui: le rivolte dei contadini, poi cacciati dai pirati e bande ladro, governatori di province e conoscono, senza fare affidamento sulle truppe imperiali, per creare piccole unità militari professionali.

Nei 10-12 secoli nelle numerose e sanguinose guerre civili, che ora e poi scatenato la daimyo sovrano, cercando di espandere il loro proprio possesso, infine, ha preso forma la classe dei samurai militare. Con il tempo le fondamenta si sono formati e codice morale non scritta del Samurai "Il modo in cui l'arco e il cavallo" (Kuba, ma michi), poi trasformati in una serie di comandamenti "Bushido", (via del guerriero). tenuta militare apparteneva al potere reale nel paese dal 1192 (quando Minamoto Yoritomo è diventato il primo shogun inamovibile, il titolo comincia ad essere ereditata) fino alla rivoluzione Meiji nel 1868. Gli imperatori erano per lo più semplici marionette nelle mani dello shogun - il capo del bakufu governo militare.

Non sorprende, è la figura del samurai è diventato un simbolo della storia giapponese, e armature e armi accuratamente tramandata di generazione in generazione nelle famiglie giapponesi dal 8 ° secolo.

L'eredità della cultura dei samurai

Samurai - individuo unico. Un guerriero coraggioso, un poeta raffinato e ispirato l'artista in una sola persona. Il possesso di belle arti non era meno importante del possesso delle arti militari. Si dice che lo stile della calligrafia guerriero poteva prevedere e il suo stile di combattimento. Una morte-poesia scritta dal grande samurai prima di commettere seppuku - suicidio rituale, è entrato il fondo d'oro della poesia mondiale.

L'eredità della cultura dei samurai

Per il samurai non c'è nulla che possa stare al di sopra del dovere e la fedeltà al suo padrone. E per il bene del dovere, è pronto a sacrificare la sua vita.

L'eredità della cultura dei samurai

Il samurai distacco.

Al centro di questo piccolo gruppo - il pilota. Per la prima volta i cavalli sono stati portati in Giappone dal continente nel 5 ° secolo, sono sempre valutati molto altamente, in modo che solo i nobili guerrieri (bushi) erano cavalleria. Gli animali che il tempo è stato molto breve e aveva carattere sfrenato, ma sono estremamente resistenti, notevolmente flotta e in grado di impegnare le manovre di elevata complessità - che è particolarmente importante per il Giappone, con il suo terreno montuoso, coperto di rivoli.

Harness (bug) giapponesi sono in gran parte presi in prestito dai cinesi, include pollo sella gioco da ragazzi harubi, cuscino e staffe abum sella sella-coperta di cui kitsuke. Ha contribuito a gestire un kutsuva briglia cavallo, naschechniki kangava ita, hanagava noseband e redini kutsu-vadzura. Tra questi ci sono l'armatura. A sinistra del pilota dell'armatura clan Otawara 17 ° secolo. Questo stile di abbigliamento si chiama "Namban" - i barbari meridionali. Cuirass namban NIMA piastra anteriore su metallo con un morion stile spagnolo, con gonna piatto tradizionale kusazuri sei cunei costituito da piastre cuoio argentato leggeri cavo blu collegati. Bracers tsutsugote di tubi metallici collegati da anse di cerniera decorate con fotografie farfalle eseguite lacca oro.

armatura Cavaliere ha presentato clan matsudaira del 18 ° secolo. Clan matsudaira aumentato rapidamente nel 16 ° secolo, in cui era pari a capo di Matsudaira Motoyasu - più tardi cambiò il suo nome in Tokugawa Ieyasu. Ha completato il processo di unire un frammentato Giappone feudale, e fu il primo degli shogun Tokugawa che hanno governato il paese fino al 1868.

La terza armatura con le braccia Maar-audio-ichi (fascia orizzontale in un cerchio) alla fine del 18 ° secolo è un classico gusoku armatura Tosei. Questo vestito era tipico per ciascuna dell'epoca militari delle province in guerra del principe nel tardo 16 ° secolo.

L'eredità della cultura dei samurai

sul cavallo in Giappone di solito sedeva proprio sulla scia. Horseman tenendo le redini con entrambe le mani fino a quando non è venuto più vicino al nemico a distanza di una mischia. Poi tirò le redini degli anelli con la corazza e ha spinto le ginocchia a cavallo spostando il corpo nella giusta direzione. Un cavallo addestrato sentiva come il suo padrone, istintivamente, in sincronia con i movimenti del pilota, rimbalzando, filatura sulle zampe posteriori, si alzava sulle zampe posteriori per sollevare il pilota di attaccare, e si gettò nella lotta.

L'eredità della cultura dei samurai

Dietro il pilota bandiera chiamato sashimono. Mentre la guerra è diventata più diffusa, v'è la necessità, in qualche modo per identificare le truppe e capo militare. Un metodo di identificazione di tali bandiere in acciaio, seta o cotone Sashimono con l'emblema del clan che hanno combattuto per guerriero.

L'eredità della cultura dei samurai

A sinistra ea destra sono guerrieri con l'arma principale dei samurai - si inchina o-yumi. Per il guerriero giapponese medioevale della parola "guerra" e la frase "arco e freccia" (Yumi-I) erano sinonimi. La mano sinistra è in Yunde giapponese (Yumi-no-te - "mano, che ha tenuto l'arco") Tra l'altro, i giapponesi hanno sempre tenuto la mano sinistra più importante del diritto. Si credeva che se una persona mancava il mignolo della mano sinistra, non sarà mai in grado di brandire una spada bene. A quanto pare, da qui la tradizione di se stesso taglio al mignolo della mano sinistra come espiazione per colpa grave.

Il forte aumento di interesse a prua degli antichi giapponesi si osserva nel periodo della comparsa di cavalli, quando è necessario sostituire la fanteria proveniente piloti con archi e una lunga spada. Inizialmente, gli arcieri potrebbero essere state solo un guerriero nobile. La peculiarità del giapponese prua alla sua forma asimmetrica unica: circa due terzi della lunghezza dell'arco sono sopra la maniglia e solo un terzo - sotto. La lunghezza media di un grande arco battaglia dighe o, Yumi era 2 metri 20 centimetri, ma alcuni esemplari raggiunto 2, 5 metri o più. forza di tensione di archi potrebbe essere molto elevato. In alcuni casi, una persona non poteva far fronte a questo compito. Soleggiato Bari - cosiddetto arco, che può tirare la corda solo dopo che si è piegato due persone.

L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai

La camera successiva, che mostra tre notevole armature e alcuni capi di abbigliamento samurai.

L'eredità della cultura dei samurai

armatura con lo stemma di famiglia della famiglia Minamoto Rindo 18 ° secolo.

Come uno stemma di famiglia - Mona - nella corazza motivo utilizzato sasarindo collegamento foglie di bambù e fiori di genziana.

Questo mon utilizzato nascita Minamoto - un gruppo di famiglie di antica e medievale in Giappone, che ha avuto luogo dai figli di imperatori, che sono stati negato lo status di principi e tradotto nella categoria di soggetti, mentre l'assegnazione del cognome Minamoto e AcOH titolo, vale a dire "Dynasty servo". Questi generi sono noti anche come Genji e Genke. Questa pratica del governo imperiale, che è quindi quello di eliminare l'eccesso di principi e riduzione dei costi fiscali della famiglia imperiale, ha portato alla comparsa di 21 tipi di Minamoto. Per evitare confusione, questi generi sono stati chiamati con i nomi dei monarchi, il consiglio di che tipo di fondatori hanno un nuovo nome e titolo.

L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai

Armatura Tosei gusoku.

Questa armatura è una replica della corazza della Tokugawa. Fondata nei primi anni del 19 ° secolo, paramenti di combattimento eseguite in conformità con tutta la tecnologia di indumenti protettivi. Sembrava che Tokugawa Ieyasu durante parate militari e cerimonie. Ogni elemento sottolinea l'elevata posizione di "capo del Samurai". casco maedate nella forma di un drago - simbolo del potere sul mondo, corazza decorata con quadrifogli malva, Tokugawa segni clan.

L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai

corazza armatura decorata con la tecnica mokume-gane. La seconda metà del 18 ° secolo.

Cuirass questi elementi armatura decorata nella tecnica mokume-gane. "Moku" significa "albero", "ME" - "Eye", "Gane" - "metal". In genere, questo nome è tradotto come "occhi legno metallo". E 'stata la prima volta nel 17 ° secolo per decorare le spade dei samurai del cerchio.

Durante il funzionamento in questa tecnica maestro crogioli barre di strati metallici che sono uniti in pressione ad alta temperatura. Queste barre sono costituiti da varie combinazioni e leghe di oro, argento e rame, prokovyvalis, affettati, e sono ottenuti da lastre metalliche - ciascuno con un modello unico, simile alla struttura della corteccia di legno. mokume "sandwich" può avere fino a 30 o più diverse composizioni, tonalità e spessore degli strati.

Oggi la tecnica mokume gane con alcune modifiche è utilizzato principalmente per la creazione di straordinaria bellezza gioielli.

L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai

L'immagine sullo schermo tradizionale giapponese.

Schermo - il tema degli interni, che serve a separare lo spazio. Tuttavia, in Giappone, e molti altri articoli, uno schermo superiore al suo scopo pratico e diventa oggetto d'arte.

In una casa tradizionale giapponese senza dipinti nel senso comune europea della parola. Invece di immagini utilizzate partizioni mnogostvorchatye che svolgono il ruolo sia pratico che estetico.

scene pittoresche schermi molto diversi: dai motivi paesaggistici in tribunale scene, dipinti di inferno per le parole di filosofi, accompagnati da illustrazioni. In alcune parti della casa in una posizione specifica della stanza era uno schermo con una trama ben definita.

Corazza armatura rappresentante del clan Tokugawa -

L'eredità della cultura dei samurai

Uno dei reperti più preziosi sono presentati sotto vetro (1580 - 1600 anni).

Tokugawa (1542 - 1616) - comandante eccezionale e l'amministratore, che ha completato il processo di combinazione frammentato Giappone feudale avviato i suoi grandi predecessori - Oda Nobunaga (1534-1582) e Toyotomi Hideyoshi (1537-1598).

Dopo la morte di Toyotomi e la vittoria nella battaglia di Sekigahara (1600), Tokugawa Ieyasu proclamò Shogun; e per quasi tre secoli, il Giappone operato i suoi diretti discendenti - le shogun Tokugawa. Questo periodo della storia giapponese è conosciuta come Edo.

Questo Breastplate ovviamente apparteneva ai principali rappresentanti del clan Tokugawa. Questo è indicato non solo Mon Clan di rame dorato, con intarsi in oro e argento, e l'incisione, ma anche altri dettagli unici.

L'eredità della cultura dei samurai

Alcuni cappelli testa casco Samurai.

L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai L'eredità della cultura dei samurai

Mask samurai.

L'eredità della cultura dei samurai

La katana modello spada Sambong-sugi. La sala successiva è la mostra è stata dedicata alla spade dei samurai.

Secondo la leggenda, nella spada del samurai ha concluso la sua anima. Questo spiega l'atteggiamento rispettoso e riverente per l'arma con la quale le spade per secoli conservati con cura, tramandata di generazione in generazione, e ora possiamo vedere i campioni di abilità con le armi, anche 10-11 secoli. La forma tradizionale di leggermente curvo lama singola taglio è apparso nel 10 ° secolo ed è diventato l'ideale della spada, la cui bellezza è stata valutata piegando verso il bordo unico, modello squisita temperato della lama sul colore del metallo e la consistenza quasi trasparente sulla sua superficie.

La mostra riflette le tre grandi epoche di fare spade. Questa vecchie spade (fino al 1596). Tali scuole rinomati armaioli come Sue-Seki e Naoe Provincia Mino, Scuola della provincia di Bungo Takada, così come il lavoro di un fabbro Fuyuhiro dal Wakasa e la spada del leggendario maestro Sang Muramasa dalla provincia di Kuwana Ise. Le cosiddette nuove spade (1596-1781) è la lama della scuola Minamoto Nobukuni. Maestro del terzo periodo (1781-1876), considerato come una sorta di rinascita dell'era delle antiche tradizioni degli armaioli età 13-14, in favore di un fabbro provincia Tadayoshi sesto Hizen.

Salendo al antichi templi spade offerte personalizzate mostrano modelli unici di più di un metro di lunghezza, specificamente progettato per le offerte sacre, come la pupilla del eccellente lavoro fabbro Taykeya Naotane.

Muramasa Maestro Sword - la perla della collezione. Le lame di questa procedura guidata - e questo è l'unico esempio nella storia - furono perseguitati, ma, nonostante ciò, sono sempre stati oggetto di desiderio Samurai, e successivamente - e collettori. Con Spade Muramasa numero enorme a causa di storie misteriose.

katana spada

L'eredità della cultura dei samurai

Kasirov (grande cerchio). 18 ° secolo. Legno, lacca maki-e.

L'eredità della cultura dei samurai

Il fodero rivestito con un modello in forma di piccolo drago, arrotolato in un anello. Questo modello ha un carattere femminile e le signore peculiari origine militare nobile. Anche decorato con draghi tsuba set, Futi-Kathir e Menuki (guardia della spada ed elementi metallici sul manico).

L'eredità della cultura dei samurai

I decorativi spade cornice di tanto, fine del 19esimo secolo. avorio scolpito.

L'eredità della cultura dei samurai

Naturalmente l'esecuzione di armi militari bellezza è molto impressionante.

L'eredità della cultura dei samurai

La sala successiva è dedicata ai vestiti giapponesi tradizionali medi - kimono.

tipo moderno di kimono viene da Kosode - indumenti intimi aristocrazia del periodo Heian. Al contrario, il multistrato oltre ad ampia manica. Nel Medioevo è stato il principale abbigliamento kosode classe dei samurai. Questo kimono coperto luminoso dipinto, a-basso status economico e di modelli di tessuti semplici sui vestiti della nobiltà.

Il periodo d'oro della classe dei samurai durante il periodo Edo ha dato una grande varietà di disegni kosode: trattenuto e ritmico nel 17 ° secolo al 19 ° secolo, che ha dato modo agli ornamenti e dipinti, che copre quasi completamente la superficie del vestito.

Nel 21 ° secolo, rimangono i kimono più costosi, abito da cerimonia e il più economico (Yukata estate). kimono particolarmente costosi sono presi in affitto, e ha un impatto positivo sulla loro livello artistico: maestri creano nuovi capolavori.

L'eredità della cultura dei samurai

Kimono dal film "Memorie di una Geisha".

L'eredità della cultura dei samurai

Figurine Geisha abbigliamento tradizionale.

L'eredità della cultura dei samurai

abito da sposa giapponese della sposa.

Questo abito si riflette pienamente la solennità della manifestazione: i tessuti più costosi (seta, broccato), ricami complessi (filo d'oro o argento), su seta dipinti a mano.

Abito da sposa comprende due kimono molto diversi. Assolutamente kimono bianco chiamato "Shiro-Maku" (Shiro - significa bianco e di papavero - immacolata). Il mantello superiore è chiamato "uchikake" e viene usato come un abbigliamento particolarmente formale alla cerimonia e il ricevimento.

L'eredità della cultura dei samurai

Un paio di capi di abbigliamento a forma di T.

L'eredità della cultura dei samurai

I campioni sono stati dipinti vecchi utensili.

L'eredità della cultura dei samurai

Il vaso raffigura una scena della vita di giapponese medievali.

L'eredità della cultura dei samurai

La mostra si conclude con un piccolo negozio dove è possibile acquistare souvenir a tema.

L'eredità della cultura dei samurai

La figura del famoso comandante del 16 ° secolo giapponese Toshiie Maeda, che era famoso per lance abili con la quale ritrae.

L'eredità della cultura dei samurai

Un quadro molto interessante su un bel cartiglio: Buddha, Cristo, Confucio.

In altre parole, mi è piaciuto molto l'esposizione, le mostre sono selezionati in modo tale che, durante una visita, almeno superficialmente, ma conosce una cultura così interessante, misterioso e distante del Giappone, e della cultura ancora più misterioso dei suoi soldati - samurai.