La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

• Vita siberiano banditi occhi degli americani

Diversi anni fa, un fotografo americano intrepido Bruce Gilden, noto per la sua ripresa, "vita di strada", è andato agli Urali. Il paese dimenticato da Dio, a 70 km da Ekaterinburgo, ha trovato una sorta di "medioevo" - che caratterizza la vita di gangster americani dall'entroterra russo, con il quale gli è capitato di incontrare. E questo non è sorprendente, come si è visto e catturato su Bruce fotocamera può causare uno shock non solo americano, ma anche il russo medio.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Il fotografo ha trascorso diversi giorni fianco a fianco con i criminali, tossicodipendenti e altre "persone hanno perso".

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

"Russian intelligente e molto pericoloso. Molti guardano come se nato a seguito di incesto. E a loro non importa di essere fotografati", - dice Bruce.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Durante il Gilden riprese comprato la sua nuova vodka "amici" e il pollo per entrare nella fiducia.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

I principali eroi della serie foto di Bruce è diventato un bandito Sergey Polovtsiev soprannominato il "Cinghiale" e dei suoi compagni di compari.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Secondo Bruce, "Sergei può rompere voi in mezzo a mani nude, ma lui è un bravo ragazzo."

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

L'ultima volta che è stato imprigionato, difendendo la sua madre. L'aggressore ha ricevuto lesioni gravi.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

gatto tatuaggio sulla gamba Sergei significa "radice dei detenuti" (abbreviazione CAT).

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

"Ho usato per essere al 100% delinquente, ma ora non c'è - dice Sergei - ora sono diventato più grande, più intelligente e stanco di esso, perché non voglio tornare in prigione." Ora Sergey "uomo d'affari" - lui è il "tetto" dei camion che trasportano la droga tagiki, e "risolvere i problemi".

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Bruce chiamato la sua serie di foto "pic-nic con Sergei." Footage scattata durante la gita - il suo preferito.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Vasiliy Novoselov, noto anche come "il nonno", servito per l'omicidio del suo patrigno. Bruce ammette che questa foto - messa in scena. Tuttavia, il fotografo ha detto che non poteva essere migliore riflette la disperazione della vita nelle province russe, "Questo è un grido non solo che essi sono bloccati in mezzo al nulla, ma che assolutamente nessun posto dove andare."

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Tutti i personaggi vivono le riprese nel ciclo di vodka, la violenza e la criminalità, guidata dal noto proverbio, "prima di sedersi - uscire presto."

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

"Amo cattivi ragazzi - dice Bruce - Mio padre era un bandito. Mi è sempre piaciuto il popolo con il "lato oscuro".

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Eugene "Sawa" Savelyev, un delinquente e un tossicodipendente. Al momento di fotografie che ha 37 anni. "Ho scelto questa strada. Non so perché. Questo - la mia vita ".

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Yuriy Potapenko 56 anni, 30 dei quali trascorsi in carcere. Ora Yuri riabilitato e lavora per l'organizzazione pubblica che aiuta ex detenuti, a Ekaterinburg.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Solo uno degli ex detenuti con i quali l'organizzazione opere di Yuri.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Un altro Sergei, anche un uomo d'affari.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

"Bandits mi affascina. Io non li giudico. Li trovo molta gente "più onesti" rispettosi della legge. Essi - sono ciò che realmente sono e fanno quello che stanno facendo, "- spiega il fotografo.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

Bruce è sempre stato attratto da popolazioni emarginate. Tra i suoi precedenti lavori - ritratti dei membri della mafia Yakuza in Giappone, membri di bande di motociclisti, mendicanti e prostitute.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

"Se faccio le foto - non sono grazioso ed elegante. Sono duri, "- dice Bruce suo lavoro.

La vita attraverso gli occhi di un americano banditi siberiani

In primo luogo, ha praticato la fotografia come un hobby, e fatto una vita lavorando come tassista. Ma a poco a poco, la fotografia è diventata la sua professione principale, e ha raggiunto nel suo più grande successo: diventare un membro della famosa agenzia fotografica "Magnum", pubblicato più di dieci libri e ha ricevuto diversi prestigiosi riconoscimenti internazionali.