Il divieto di amore in URSS

• Il divieto di amore in URSS

15 febbraio 1947 ha emesso un decreto del Soviet Supremo dell'URSS "relativo al divieto di matrimoni tra cittadini e stranieri sovietici". Ufficialmente, il divieto era dovuto alla preoccupazione per le donne sovietiche, in quanto il decreto dice: "Le nostre donne sposate a stranieri ed è apparso all'estero, in condizioni insolite sentono male e discriminati".

Ma in realtà le autorità erano preoccupati per qualcosa d'altro ...

Il divieto di amore in URSS Il divieto di amore in URSS

La lotta contro i matrimoni internazionale ha cominciato in URSS nella Grande Guerra Patriottica, quando una parte del militare sovietica (sia uomini che donne) ha avuto il tempo di mettere su famiglia in Europa orientale, il territorio che era in guerra e dove negli anni del dopoguerra l'Unione Sovietica ha tenuto un enorme truppe di occupazione. Quando le truppe sovietiche hanno iniziato a ritirarsi in patria, la situazione non era facile - in URSS molte donne single rimane dopo la guerra, e gli uomini sposati restituito.

I tentativi precedenti infermieri svyazistok e piloti rimangono con i propri cari all'estero sono stati considerati come classe di immaturità. Inoltre, il nostro paese è stato devastato, distrutto molte città, l'agricoltura e l'industria sono stati richiesti enormi risorse per recuperare, soprattutto umana.

Il divieto di amore in URSS

Non dobbiamo dimenticare qui e fattore demografico, che ha anche svolto un ruolo importante negli sforzi per la conservazione nel paese di uomini e donne in età fertile in buona salute. Dopo tutto, durante la guerra molti uomini sono stati uccisi, e molti milioni di donne sovietiche provenienti dalle regioni occupate dell'Urss sono state prese in Germania ed i suoi paesi alleati, e non tutti di loro è tornato.

Il divieto di amore in URSS

Di conseguenza, al fine di fermare la "fuoriuscita" di cittadini sovietici all'estero, il decreto del 15 febbraio, sono stati proibiti 1947 i matrimoni con gli stranieri. Inoltre, il governo ha accettato la decisione non solo di vietare i matrimoni con gli stranieri (donne straniere), ma il matrimonio dichiarato nullo. Queste misure, secondo gli storici, è diventato la causa della distruzione delle famiglie, e il destino di molte persone.

Il divieto di amore in URSS

La pena per la violazione del relativo decreto era tempo di Stalin - il periodo del famigerato articolo 58 della "agitazione antisovietica", che si riferisce al fatto del matrimonio, convivenza o romanticismo con uno straniero.

Anche se gli stranieri che desiderano sposarsi e dopo il divieto era una possibilità per fare questo (per cambiare nazionalità), il rifiuto della cittadinanza sovietica è stato visto come un tradimento, per il quale ha fatto valere le riprese. E 'anche interessante notare che, mentre il divieto di matrimoni con gli stranieri in Unione Sovietica, le donne hanno vietato l'aborto e divorzio i coniugi hanno inasprito le condizioni. E tutto questo è quello di migliorare la situazione demografica del paese.

Il divieto di amore in URSS

Il divieto di matrimoni internazionali è stato annullato poco dopo la morte di Stalin, ma la repressione di questi coniugi continuò per molti anni. Sotto Krusciov, per il suo romanzo con gli stranieri licenziati dai loro posti di lavoro, lasciare che la nuova occupazione e anche inviato alle zone remote del paese, come i parassiti.

Stessi matrimoni sono stati considerati come "tradimento", ha denunciato sulla stampa sovietica e "incontri pubblici" sul posto di lavoro. Ma il KGB sono disposti a usare loro di realizzare i loro agenti all'estero.

Il divieto di amore in URSS

Ma, nonostante questo, la persecuzione è ancora in corso. Questo approccio è cambiato dopo il VI Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, tenutosi nel 1957 a Mosca. Poi la pietra bianca attira circa 35.000 visitatori provenienti da 131 paesi. Ragazze e ragazzi si stringono la mano, un sorriso amichevole e curioso esplorare l'un l'altro. Ecco dove il rapporto non è la fine ...

Nelle sue memorie, Alexei Kozlov scrive: "Eventi spostati alla massima velocità. Qualsiasi corteggiamento, nessun falso civetteria. coppie rimosse piuttosto lontano da edifici, nel buio, nel campo, tra i cespugli, sapendo esattamente ciò che essi saranno impegnati subito di recente formazione. Soprattutto fino a che non avrebbe lasciato, in modo che la zona intorno all'hotel era pieno piuttosto stretto, coppie che si trova non troppo lontano gli uni dagli altri, ma nel buio non aveva importanza. L'immagine dei misteriosi, timide e caste ragazze russe Komsomol non crollati, ma arricchiti da tutti i nuovi, caratteristica inaspettata - una spericolata, dissolutezza disperata.

Il divieto di amore in URSS

Qui, davvero, "acque ancora ...". Urgenti squadre speciali volanti motorizzati a carrelli equipaggiati con apparecchi di illuminazione, forbici parrucchieri e tagliaunghie sono stati organizzati pelo raso. Quando camion guerrieri, secondo il piano del raid, improvvisamente è andato al campo e comprendono tutte le luci e le lampade, è dove la reale portata del corso si profilava "orgia". coppie amorose avevano grande set.

Gli stranieri non toccavano, riportiamo solo le ragazze: hanno tagliato un pezzo di capelli, fare questo "corridoio". Dopo di che, la ragazza era solo una cosa - ritagliata taglio di capelli e ricrescere i capelli. Le voci su quanto stava accadendo immediatamente diffuso a Mosca. Alcuni particolarmente interessante, è andato a l'hotel "Tourist" in "Luzhniki", e in altri luoghi dove c'erano raid, solo per dare un'occhiata a uno spettacolo piuttosto raro ".

Il divieto di amore in URSS

Nove mesi dopo, nella primavera del 1958 ha cominciato ad emergere alla luce, "i figli del festival." La maggior parte di loro aveva la pelle scura, in modo che la questione era difficile nascondere l'origine del frutto del suo amore segreto. In primo luogo, ogni accesso bambino di strada si trasformò in una sorta di attrazione come un bambino dalla pelle scura era considerato un segno di facile madre virtù.

Il divieto di amore in URSS

Dopo di che, molto rapidamente in URSS di nuovo legalizzato l'aborto ed una modifica apportata al codice della famiglia sovietica. Tanto più che i tempi sono cambiati, e il numero di stranieri in Unione Sovietica è in costante aumento. Prima di tutto, erano immigrati provenienti da Asia, Africa e America Latina. A cavallo del 1950-1960-zioni solo un'Università che prendono il nome di Patrice Lumumba rilasciato 300-350 professionisti ogni anno.

Cioè, negli ultimi cinque anni, solo in questa università di Mosca popolazione residente di circa millecinquecento rappresentanti neevropeoidnoy gara. Taboo amore internazionale, è stato molto difficile. repressioni di massa contro il "male" d'amore non sono più sotto Brezhnev sono, e nel 1969 è stato rivisto e il codice della famiglia - i cittadini sovietici sono stati autorizzati a formare una famiglia con uno straniero, ma solo formalmente. In realtà, tali matrimoni non erano i benvenuti, da coloro che vogliono sposare gli stranieri richiedono la raccolta di tali documenti, e in tali numeri che assemblano loro era quasi impossibile.

Inoltre, il problema delle relazioni coniugali è stato possibile solo nelle principali città di URSS e nei registrar rigorosamente definito. Solo dopo il crollo dell'Unione Sovietica, i matrimoni con gli stranieri è diventato possibile, senza alcuna restrizione, e persino diventare popolare.