Che fine ha fatto il fratello e la sorella di Yuri Gagarin

Che fine ha fatto il fratello e la sorella di Yuri Gagarin

Nel febbraio 1943, un fratello e una sorella, Yuri Gagarin, i tedeschi mandati a lavorare in Germania. Ma arrivarono non erano destinati a tana nazista. Ben presto ha iniziato l'offensiva sovietica Smolensk: nella confusione di Valentin e Zoe riuscito a scappare. La verità è che non tornano a casa.

Famiglia

L'arrivo di truppe tedesche ha incontrato alla casa di famiglia Gagarin Klušino che è stato perso nel nord-est della regione di Smolensk. E 'successo 12 ottobre 1941, poco dopo è andato a Yura prima elementare. Padre del futuro astronauta falegname ereditaria Aleksej Ivanovic sulla parte anteriore non è stata presa a causa di cattive condizioni di salute. Zoppicava pesantemente, alla vigilia della guerra ha subito una grave forma di tifo. Insieme a sua moglie Anna Timofeyevna, Maiale, hanno cresciuto quattro figli. Yuri era il terzo figlio della famiglia dopo la sorella di suo fratello Valentina e Zoe, la più giovane era Boris.

In gran parte dovuto al fatto che la famiglia Gagarin è rimasto nel villaggio occupato dai tedeschi durante la guerra nella biografia ufficiale di Yuri superficie riflessa. Non dobbiamo dimenticare che il governo sovietico era sospettoso di tutti coloro che hanno vissuto sotto il regime di occupazione. Tuttavia, ci sono numerose testimonianze, soprattutto ricordi di Yuri e Valentina, che permettono di colmare questa lacuna.

I nazisti scelto rapidamente Gagarin casa di famiglia, che Alexey ha costruito con le proprie mani. Avevano bisogno di spazio per il workshop. Host calci in strada. Ma il capo della famiglia non mette le mani: ha scavato nella capanna giardino - piccolo, solo quattro da quattro metri, coperto con erba e mettere la stufa. Qui, la famiglia ha dovuto vivere una lunga tre anni. Gagarin hanno sofferto molto dai tedeschi. Nella loro casa risolta hitleriana Albert, per la sua crudeltà è stato soprannominato il Diavolo. Una volta che ha messo un pezzo di zucchero sulla veranda e ha chiesto ai bambini di prenderlo. Anziano, sospettando qualcosa che non è stato sbagliato beccata l'esca, ma non poteva fare a Boris, ignorando gli avvertimenti raggiunti gola mano. Non appena ha toccato lo zucchero - subito ho ricevuto un colpo doloroso sulle dita del piede avviato. Boris pianto. Yuri non poteva sopportare una tale presa in giro del fratello e una testa in esecuzione guidato i nazisti tra le gambe. Dalla violenza futuro astronauta salvato solo ciò che era presto a casa ha guidato una vettura carica di batterie e Albert avuto a che fare con l'accettazione della merce.

Yuri non ha lasciato in asso, e il fratello maggiore di San Valentino. Una volta che il generale tedesco che ha servito in casa Valentin suo ex vicino di casa, è venuto a visitare. La società è ben ubriaco e voleva divertirsi. L'uomo costretto ad andare al cantiere, di stare al recinto e ottenere tra le braccia tese di bottiglie vuote. Ha iniziato gli esercizi nella sparatoria. Valya miracolosamente non è stato ferito. Alla fine gli ufficiali ubriachi erano andati via in casa per saltare un drink e poi continuare l'esecuzione. A questo punto, Yuri pregò rimanendo nel cortile della SS per liberare suo fratello, e insieme hanno lasciato il cortile pericoloso.

Bondage 5 Febbraio 1943 presso la porta della canoa dove bussare vissuto Gagarin. L'apertura del bullone, Anna Timofèevna vide davanti a sé il volto del poliziotto Tcherbatcheff che ha lavorato prima di entrare il veterinario tedesco. Si guardò intorno alla sua occhi gonfi stretta stanza e si fermò presso il San Valentino. "Vestiti e vieni fuori", - gridò Shcherbachev. Madre ha cominciato a protestare, ma il poliziotto sgarbatamente la fermò, spiegando: "Nelle opere pubbliche inviati ai giovani. Grande Germania Calling ". Presto abbiamo raccolto tutti i giovani del villaggio della zona, è stato loro assegnato mitragliatore e portato in una destinazione sconosciuta. Valentin Gagarin in seguito ha ammesso di averli truffati "come gattini ciechi". E 'stato detto che essere preso in Gzhatsk multimetro pala cumuli di neve e il giorno dopo tre o quattro promesso di tornare indietro. Tuttavia, Valentino già allertato immediatamente che sono stati ammassati nel cortile, circondato da tutti i lati da filo spinato e sorvegliato dalle SS con i cani. "Eravamo in una cella disperata. soldati tedeschi in armi sono stati a guardare la nostra mossa ogni", - scrive Valentin.

Al mattino, prima di andare al Gzhatsk permesso di vedere i bambini in famiglia. A questo punto, una protezione aggiuntiva era già concentrata qui. Yuri, aggrappato al suo fratello maggiore, continuava a dire: "Ti uccideranno, Val! Esegui il più presto possibile!". San Valentino si era insopportabilmente spaventoso al momento. Ha promesso suo fratello minore che egli fuggirà.

Meno di una settimana, come nel riparo Gagarin un altro colpo. Ora, sulla soglia si trovava già con finlandese chernouhim corporali Airedale. Egli guardò attentamente tutti i presenti e si fermò a Zoe. In rotta Finn russa l'ha chiamata per la zona, essere confortati, che "tutto andrà bene". le parole della madre su ciò che Zoe è ancora abbastanza piccolo che non ha avuto effetto. Il caporale non ha nemmeno guardare la madre lamentava lamentoso.

La colonna, composta dalle stesse bambine, adolescenti, come Zoe, muovendosi lentamente verso il bordo del villaggio. La madre non è andato dietro. Si voltarono di nuovo solo dopo che la SS ha minacciato di tirare i cani su di loro. Zoe si aspettava la stessa sorte di suo fratello maggiore di San Valentino. Sono stati mandati a lavorare in Germania.

Libertà

9 marzo 1943, il compleanno del Giura, in Klušino arrivato l'Armata Rossa. Presto l'intera regione Gzhatskaya è stata liberata. Prima di Gagarin sentito una voce che Valentin e Zoe sono riusciti a evitare la deportazione. Come più tardi ha detto Valentin, entro tre settimane dalla loro convoglio è arrivato in Bielorussia, in attesa v'è conclusa in Germania. Ulich momento giusto, il giovane ha scelto una mitragliatrice dalla sua guardia ed è fuggito in una foresta vicina, dove ha incontrato le nostre navi cisterna. Con il tempo ha saputo che le truppe sovietiche liberarono Klušino, così la sua famiglia non è più in pericolo.

Evitando bondage tedesco, Valentin e Zoe hanno deciso di unirsi ai ranghi dell'Armata Rossa. Fratello e rimase a servire in un'unità cisterna, sorella svolgere le funzioni di infermiere. Nella parte anteriore sono rimasti fino alla fine della guerra.

famiglia Gagarin riunì solo dopo la vittoria sulla Germania nazista. Si trasferirono a Gzhatsk, dove il capo della famiglia di nuovo si costruì una casa. Nel 1951, Yuri andò a studiare a Saratov stato lì che ha deciso di legare la loro vita con il cielo. Valentin, Zoya e Boris presto si trovarono all'ombra del suo famoso fratello. Dopo il volo nello spazio di Yuri loro anche la fortuna di visitare presso la reception del governo al Cremlino.

Valentin dopo la guerra ha cambiato un sacco di specialità. Ha lavorato come falegname, un autista, un meccanico nel garage. Nel 1963, insieme con la moglie e tre figlie si trasferisce a Ryazan, dove ha lavorato sulla pianta radiolampovom, prima come capo e poi installatori. Dopo la morte di Yuri nei primi anni 1970, Valentin ancora una volta si stabilì nella città di Gagarin (ex Gzhatsk), dove ha contribuito a organizzare il museo memoriale della madre di suo fratello illustre. 6 apr 1985 Valentin Gagarin decreto del Presidium del Soviet Supremo dell'URSS ha ricevuto l'Ordine della patriottica grado di Guerra II. Un anno prima, la casa editrice "Mosca Worker" ha pubblicato il suo libro "Mio fratello, Yuri", che godeva di grande popolarità tra i lettori. Valentin Gagarin morì nel 2006.

A proposito di Zoe Gagarina scritto molto meno. E 'noto che era sposata, ha lavorato come infermiera nella clinica Gzhatsk (Gagarin in seguito), è morto nel 2004. Sua figlia Tamara era il capo del dipartimento del museo di Yuri Gagarin. Il fratello più giovane Boris è morto nel 1977. Tutta la famiglia Gagarin (tranne Yuri) è sepolto nel viale principale della città di Gagarin Baptist Cemetery. Le ceneri del primo astronauta è noto sepolto nel muro Necropoli Cremlino.